Ultima modifica: 11 Luglio 2019

ANGELO VEGNI Un Fisiocratico Fisiocritico

“ANGELO VEGNI

Un Fisiocratico Fisiocritico”

2 Marzo 2012 a SIENA  presso l’Accademia dei Fisiocritici

vedi filmato intervista al Presidente Santiccioli Gianfranco

Programma Invito

servizio autobus

La presente iniziativa, organizzata da   Accademia dei Fisiocritici, Istituto d’Istruzione Superiore “Angelo Vegni” e Associazione “Amici del Vegni”,vuole celebrare e far conoscere un personaggio emblematico della Toscana risorgimentale.Angelo Vegni (Pari 1811 – Firenze 1883), intellettuale, socio dell’Accademia dei Fisiocritici e di quella dei Georgofili, condivise con Ricasoli, Vieusseux, Ridolfi impegni sociali ed economici e
attività politica nella Toscana fra il 1840 e il 1880. Di una antica famiglia senese che abitava nel “Palazzo del Magnifico”, Vegni studiò Scienze fisiconaturali all’Università di Siena e Ingegneria metallurgica a Parigi. Seguace della dottrina economica della fisiocrazia che considera l’agricoltura la fonte principale della ricchezza delle nazioni, promosse anche fortemente l’industrializzazione nel Granducato di Toscana, prima come ingegnere minerario, poi come inventore e brevettatore del cavo metallico e della macchina per produrlo. Come scienziato, mecenate e filantropo, Vegni dà lustro alla Toscana e all’Italia ma ciò che lo consegna alla storia è soprattutto l’aver istituito, nella tenuta di famiglia delle Capezzine, nei Comuni di Montepulciano e Cortona, la “Scuola pratica d’agricoltura”, una delle prime istituzioni scolastiche in Italia organizzate come scuola-convitto, oggi moderno Istituto Agrario fra i più qualificati centri di formazione in agricoltura.